BLU&news

Incontri ravvicinati nel Southern Ocean

Dopo otto giorni di regata sono meno di tre le miglia di distanza fra i leader della flotta, i franco/cinesi di Dongfeng e gli spagnoli di MAPFRE in seconda piazza, entrambi a meno di 2.700 miglia dalla linea del traguardo di Melbourne, in Australia e in pieno match-race oceanico.

I battistrada della Volvo Ocean Race, Dongfeng Race Team e MAPFRE stanno navigando a stretto contatto da ore, mentre le condizioni del Southern Ocean continuano a mettere alla prova i sette equipaggi in regata

Dopo otto giorni di regata sono meno di tre le miglia di distanza fra i leader della flotta, i franco/cinesi di Dongfeng e gli spagnoli di MAPFRE in seconda piazza, entrambi a meno di 2.700 miglia dalla linea del traguardo di Melbourne, in Australia e in pieno match-race oceanico.

Tra lotta al vertice è stata così serrata che oggi in mattinata MAPFRE ha dovuto lascare le vele per evitare la collisione con Dongfeng in uno dei tanti incroci ravvicinati delle ultime 12 ore. E’ una situazione abbastanza eccezionale, se si pensa che le due barche sono nel mezzo dell’oceano, lontano dalla terraferma, fatta eccezione per l’arcipelago delle Isole Kerguelen, uno dei posti più remoti del pianeta, che la flotta si è ormai lasciata a qualche centinaio di miglia al traverso.

Photo by Konrad Frost/Volvo Ocean Race